Amina, la verità e il dubbio. Risposta a Covre

davvero interessante

ytali

nstraRICCARDO CRISTIANO
Traggo spunto dal bell’articolo di Bepi Covre per esprimere qualche riflessione pacata e al contempo preoccupata, perché pacate e preoccupate mi sono apparse le sue.

La prima idea che mi viene in mente è che dovremmo partire sempre dal dubbio, dal momento che – per chi crede, certamente, ma a mio avviso anche per chi non crede – la verità esiste, ma è essa ad avere noi e non noi ad avere la verità.

Tutto sommato, se dopo secoli nei quali molti hanno creduto che “extra ecclesia nulla salus” (fuori dalla Chiesa non v’è salvezza) volesse dire che chiunque non fosse parte della Chiesa era dannato, è giunta la DichiarazioneNostra Aetate(che riconosce semi di verità fuori di sé): non vuol dire proprio che la verità esiste, l’importante è capirla. A pensare il contrario non c’è stata solo Amina.

syria_damascus_citadel Damasco, nei pressi della moschea Umayyad

View original post 371 altre parole

Annunci