L’elefante scomparso e altri racconti di Murakami Haruki

(…) -Vorrei dieci minuti del suo tempo, -disse senza preamboli una donna.
-Come ha detto scusi?-chiesi sorpreso.
-Ho detto che vorrei solo dieci minuti del tuo tempo, -ripetè lei:
Ero sicuro di non conoscerla. Io sono bravissimo a riconoscere le persone dalla voce, e quella non l’avevo mai sentita, ci avrei messo la mano sul fuoco. Una voce bassa, suadente ed elusiva.
_Mi scusi con chi desidera parlare? Domandai molto educatamente.
_Cosa ti importa, dammi solo dieci minuti del tuo tempo. Vedrai che riusciremo ad intenderci perfettamente,-rispose svelta la donna, in tono insistente.
-Intenderci?
-Parlo di feeling, -sintetizzò lei.
(…)
Da ” L’uccello-giraviti e le donne del martedì

gianmariasemprini

img002 La copertina

Situazioni apparentemente innocue e sempre in bilico con l’assurdo, dettate dall’immaginazione deliziosamente divertente e bizzarra dell’autore giapponese.

Alcuni tra i diciasette racconti:

In un giorno d’estate soffocante, un avvocato si mette alla ricerca del suo gatto e in un giardino abbandonato dietro casa sua incontra una strana ragazza;

Una giovane coppia decide di fare uno spuntino notturno e assalta un McDonald’s per avere trenta Big Mac, realizzando così un segreto desiderio del marito;

Nel racconto che dà il titolo al libro, un uomo è ossessionato dalla incredibile, misteriosa scomparsa di un elefante dallo zoo del paese.

Murakami Haruki è nato a Kyoto nel 1949 ed è cresciuto a Kobe.

Alcune sue opere pubblicate da Einaudi: Dance dance dance, La ragazza dello Sputnik, Underground, Tutti i figli di Dio danzano, Norwegian Wood, Tokyo blues, L’uccello che girava le Viti del mondo, La fine del mondo e il paese delle…

View original post 16 altre parole